manifesto6.jpg
banner2.jpg
Flavio ha scoperto di essere malato nel corso del mese di novembre 2007.
Era già da qualche tempo che non si sentiva molto bene: stanchezza, qualche linea di febbre ed un po’di perdita di peso.
Poi si è accorto della presenza di alcuni linfonodi al collo, scoperti i quali ha iniziato una terapia antibiotica e gli sono state prescritte una serie di analisi che hanno dato sempre esito negativo.
Il 16 novembre, a seguito di un malore notturno, è stato ricoverato all’ospedale di Campobasso dove, solo dopo aver effettuato una tac, gli è stata riscontrata la presenza di un linfoma al mediastino.
Per appurare la forma di linfoma che lo aveva aggredito (ne esistono a decine suddivise in due grandi categorie: Hodgkin e non Hodgkin), gli è stato praticato un esame istologico il cui esito è stato linfoma/leucemia di derivazione dai precursori dei linfociti T, linfoblastico (categoria non Hodgkin), tra i più maligni.
Dopo la diagnosi è stato immediatamente trasferito dall’ospedale di Campobasso al centro di ematologia oncologica dell’ospedale di Pescara dove ha iniziato le cure che prevedevano l’effettuazione di 8 cicli di chemio.
Le cure, nonostante i numerosi e dolorosi effetti collaterali, procedevano con ottimi risultati in quanto il linfoma si era notevolmente ridimensionato.
E’ sopraggiunta, però, una terribile infezione intestinale che gli è stata fatale.
© FLAVIO BRUNI Tutti i diritti riservati.
LINK da Flavio